Il prompt dei comandi in ambiente Windows, o shell in ambiente MacOS/Linux, è una finestra in cui l'utente può inviare dei comandi direttamente al sistema operativo digitandoli manualmente (o, in gergo, "da riga di comando"). In questo articolo vedremo come aprire questa particolare finestra sia come utente normale, sia come amministratore, ovvero un utente "speciale" che possiede maggiori poteri e privilegi per quanto riguarda la possibilità di andare ad effettuare modifiche sul sistema.

Su Windows, infatti, le procedure per aprire questa finestra come utente normale o amministratore sono diverse proprio per motivi di sicurezza. In MacOS/Linux la procedura è identica, ma anche in questi ambienti, sempre per i medesimi motivi di sicurezza, c'è comunque un "qualcosa" che differenzia i due tipi di utente. Ma andiamo per gradi e partiamo da Windows.

Aprire il prompt dei comandi su Windows XP/Vista/7/10

  1. Fare click sul tasto "Start" in basso a sinistra sul desktop, o premere il pulsante "Windows" ( / / ) sulla tastiera;

    Tasto "Start" in Windows XP/Vista/7/10

  2. SOLO PER WINDOWS XP: Fare click sull'icona "Esegui";
  3. Nel campo di ricerca digitare "cmd" (senza le virgolette) e poi premere il tasto "Invio" sulla tastiera;
  4. Si apre il prompt dei comandi.

Aprire il prompt dei comandi su Windows 8/8.1

  1. Fare click nell'angolo in basso a sinistra del desktop in Windows 8, o sul pulsante "Start" in Windows 8.1 (è identico a quello di Windows 10 mostrato nella figura precedente), oppure premere il pulsante "Windows" ( / / ) sulla tastiera;
  2. Nella pagina di selezione delle applicazioni, digitare "cmd" (senza le virgolette);
  3. A destra dello schermo compare il risultato della ricerca come mostrato in figura: premere il tasto "Invio" sulla tastiera o fare click sulla voce "Prompt dei comandi";

    Risultato della ricerca della parola "cmd" su Windows 8/8.1

  4. Si apre il prompt dei comandi.

Aprire il prompt dei comandi come AMMINISTRATORE su Windows XP/Vista/7/10

  1. Fare click sul tasto "Start" in basso a sinistra sul desktop, o premere il pulsante "Windows" ( / / ) sulla tastiera;

    Tasto "Start" in Windows XP/Vista/7/10

  2. SOLO PER WINDOWS XP: Fare click sull'icona "Esegui";
  3. Nel campo di ricerca digitare "cmd" (senza le virgolette);
  4. Fare click col tasto destro sul risultato della ricerca, ovvero "cmd";
  5. Dal menù contestuale che si apre, selezionare la voce "Esegui come amministratore";
  6. Se viene mostrato un messaggio di richiesta di autorizzazione, premere "";
  7. Si apre il prompt dei comandi.

Aprire il prompt dei comandi come AMMINISTRATORE su Windows 8/8.1

  1. Fare click nell'angolo in basso a sinistra del desktop in Windows 8, o sul pulsante "Start" in Windows 8.1 (è identico a quello di Windows 10 mostrato nella figura precedente), oppure premere il pulsante "Windows" ( / / ) sulla tastiera;
  2. Nella pagina di selezione delle applicazioni, digitare "cmd" (senza le virgolette);
  3. A destra dello schermo compare il risultato della ricerca come mostrato in figura;

    Risultato della ricerca della parola "cmd" su Windows 8/8.1

  4. Fare click col tasto destro sulla voce "Prompt dei comandi";
  5. Dal menù contestuale che si apre, selezionare la voce "Esegui come amministratore";

    Menù contestuale di Windows 8/8.1 per l'esecuzione di programmi come amministratore

  6. Se viene mostrato un messaggio di richiesta di autorizzazione, premere "";
  7. Si apre il prompt dei comandi.

Nei sistemi MacOS e Linux l'operazione è del tutto analoga.

Aprire la shell dei comandi su MacOS X

  1. Aprire il "Finder" facendo click sull'icona con la faccia sorridente divisa a metà;
  2. Nella colonna di sinistra del Finder, sotto la voce "Preferiti", fare click su "Applicazioni";
  3. Nell'elenco delle applicazioni, aprire la cartella "Utility" con un doppio click;
  4. Individuare l'applicazione denominata "Terminale" ed aprirla con un doppio click;
  5. Si apre la shell dei comandi.

Qualunque comando digitato a partire da questo punto verrà eseguito come utente semplice. Se invece si desidera eseguire un certo comando come amministratore, occorrerà farlo seguire alla direttiva "sudo". Se ad esempio si volesse eseguire il comando ls (che mostra il contenuto della cartella corrente) come amministratore, occorrerebbe digitare

sudo ls

In questo modo, prima dell'esecuzione del comando che avete digitato (in questo caso ls), vi verrà chiesto l'inserimento della vostra password da amministratore per concedere al comando stesso di essere avviato con i privilegi amministrativi.

Aprire la shell dei comandi su Linux (Ubuntu)

Esistono diversi sistemi operativi che ricadono sotto la voce "Linux", ognuno di essi con le sue peculiarità e modalità di utilizzo. In questa sede indicherò come aprire la shell dei comandi in Ubuntu 15.10, una delle più famose varianti di Linux reperibili su Internet.
  1. Fare click sul "Pulsante Ubuntu" in alto a sinistra dello schermo per aprire la barra di ricerca;
  2. Digitare la parola "Terminale";
  3. Fare click sull'icona dell'applicazione "Terminale" fra i risultati della ricerca;
  4. Si apre la shell dei comandi.

Anche per i sistemi Linux vale lo stesso discorso fatto per quelli MacOS: qualunque comando si digiti nella shell verrà eseguito come utente normale a meno di farlo precedere dalla direttiva "sudo". Ancora una volta vi verrà chiesta la password da amministratore e, qualora essa venga riconosciuta, il sistema eseguirà il comando con privilegi amministrativi.


Questo breve articolo si conclude qui, nella speranza che vi possa tornare utile in qualche occasione. Come sempre vi ringrazio, e vi do appuntamento al prossimo articolo.

- Matteo Belfiori